Enogastronomia, Eventi, home

Fantastico Natale Ortodosso in Georgia

canto natalizio aloli

Uno dei paesi più ricchi di storia, cultura e tradizioni festeggia il Natale in modo eccellente

Se volete un Natale da ricordare non fatevi mancare l’esperienza georgiana. È una piena immersione nel culto dell’unità familiare e della Festa, anche sopra le righe. Natale in Georgia significa dare il via a una festa che è soprattutto un viaggio gastronomico. La sera della vigilia, la Befana per noi, la popolazione si raduna nelle chiese per pregare. Ogni chiesa ospita centinai a o migliaia di fedeli perché non ci sono sedie o banchi, si sta in piedi alla luce delle candele. Fantastico Natale Ortodosso in Georgia

Enogastronomia, Eventi, home, News, Regali

Domani sarà il Natale Ortodosso

I riti e le differenze tra il Natale Ortodosso e Cattolico

I mercatini di Natale non sono ancora chiusi. Per chi ha possibilità di viaggiare tutto l’est europeo offre ancora grandi possibilità. Infatti il calendario giuliano a cui si attiene la chiesa ortodossa fissa la data del Natale al 7 gennaio. I festeggiamenti durano 12 giorni, la chiusura avviene con l’Epifania, il Battesimo di Gesù, il 19 gennaio. Le differenze sono abbastanza significative col Natale occidentale. Per questo per il Natale Ortodosso la festa è fissata a domani. Domani sarà il Natale Ortodosso

Eventi, home, News, Regali

Epifania arriva la festa della Befana

Esibizione al pubblico del neonato Gesù

E’ curioso che la festa religiosa dell’esibizione al pubblico corrisponda allo smantellamento del presepe. Con l’arrivo dei Re Magi e la presentazione del bambinello, la rappresentazione sacra raggiunge il suo culmine. Le statuette, le casette e i pastorelli finiscono di nuovo in soffitta. Epifania, la festa della Befana, deriva da un termine greco che significa “apparizione, rendere visibile”. Nel rito romano è celebrata 12 giorni dopo il Natale. Nel rito ortodosso invece cade con qualche giorno di ritardo. Epifania arriva la festa della Befana.

Eventi, News

Presepe di Nomi con le statue napoletane

Un presepe monumentale nell’ ex-granaio di Nomi

Costruito con un paesaggio di grandi dimensioni, realizzato artigianalmente dai volontari. Sono 80 le statue di grande dimensioni realizzate con gli antichi stampi del presepe napoletano. Ricchissime di particolari, con gli abiti e gli accessori che le rendono affascinante. La struttura permette di entrare nella plasticità del paesaggio per venire avvolti nella scena della natività. Presepe di Nomi con le statue napoletane

Eventi, News

Santo Stefano – Il giorno dello scricciolo

L’uccellino del freddo è il simbolo di tutte le cose negative da cancellare

Il giorno di Santo Stefano in Irlanda nelle aree rurali, era dedicato alla caccia allo scricciolo. Il piccolissimo uccello delle siepi, noto da noi anche come “l’uccellino del freddo” uccello rappresenta l’anno vecchio. La simbologia contadina da sempre vuole eliminare le cose vecchie e sgradevoli per prepararsi alla nuova primavera. In molti luoghi lo fa coi falò in cui si bruciano le cose vecchie e malridotte della passata annata agricola. Santo Stefano – Il giorno dello scricciolo

Enogastronomia, Eventi

Un vero Natale anche per i senzatetto a Levico

Un’iniziativa solidale promossa dall’istituto alberghiero di Levico Terme

Saranno più di 70 i senzatetto invitati al cenone della Vigilia di Natale. Proposta già per il terzo anno consecutivo la cena che coinvolgerà oltre agli esperti di cucina anche 50 allievi. L’iniziativa fa parte del progetto “Andare Oltre” che vede le ragazze e i ragazzi impegnati durante l’anno scolastico, in alcune attività extra scolastiche di utilità sociale. Il dirigente Federico Samaden rileva “La cena della sera della Vigilia rappresenta un momento di accoglienza verso le persone più deboli. Le stesse che avrebbero trascorso il Natale da sole”.  Un vero Natale anche per i senzatetto a Levico

Enogastronomia, Eventi, home, News, Regali

Vigilia di Natale curiosità dal mondo

Usi e costumi per festeggiarla

Molte le tradizioni legate alla Vigilia di Natale tentiamo una carrellata di curiosità dal mondo. E’ la vigilia di Natale il giorno più importante delle feste in Finlandia, a colazione si mangia budino di riso e succo di prugne. Poi si esce e si va a comprare l’albero e lo si addobba. Il pasto principale è la cena, tardo pomeriggio in realtà, a cui spesso segue la tradizionale sauna, soprattutto nelle zone rurali. Portata principale è il cosciotto di maiale al forno con patate e verdure lessate. Molto popolare anche il salmone o altri tipi di pesce. La specialità è una preparazione di merluzzo con una speciale marinatura di una settimana.

Eventi

Un Natale veramente elettrizzante

Un’anguilla che non vuole finire nel piatto al cenone, diverte i visitatori dell’acquario di Chattanooga.

Viene dal Tennessee la storia di un Natale molto elettrico che fa gridare di gioia i bambini. L’acquario statale del Tennessee ospita un’anguilla che è una celebrità del web. Ha la capacità di emettere scosse elettriche e per questo motivo, per rendere ancora più evidente, il suo “super-potere”, hanno collegato la sua vasca all’illuminazione di un albero di Natale. Un Natale veramente elettrizzante. Guardate il video in fondo.

Eventi, News

Medellin un Natale dominato dalle luci

Viene dal SudAmerica una delle versioni più appariscenti del Natale. In Colombia sono le luminarie ad essere le vere protagoniste delle Feste

Medellin città della Colombia celebre per molti fatti di sangue e per i cartelli della droga, c’è una tradizione molto sentita del Natale. La città è più celebre per qualche cattivo esempio malavitoso, eppure c’è una senso della celebrazione natalizia fortissimo. Sono le luci a dare la cifra di questo sentimento religioso verso la Navidad. Figure artistiche e installazioni luminose popolano l’intera città e la arricchiscono di un’atmosfera particolare. Medellin un Natale dominato dalle luci

Eventi, home, News

Animiamo il Natale coi Christmas crackers!

Un modo semplice per divertire tutta la famiglia e fare 4 risate

Animiamo il Natale coi Christmas crackers! Non è Natale in Inghilterra se non si aprono i Christmas Cracker, i tubi di cartoncino avvolti come fossero coloratissime caramelle giganti. Sono belli, colorati, spassosi e fanno salire il tasso d’ilarità delle Feste.