Eventi, News

Praga contro le chiusure dei mercatini

Praga contro le chiusure dei mercatini

Mercatini obbligati a smantellare tutto ma i commercianti sono in grave difficoltà

La decisione di chiudere senza preavviso i Mercatini di Natale nella Repubblica Ceca rischia di far fallire molti degli espositori. La notizia è arrivata all’improvviso a causa dell’emergenza Covid, ed ha il nobile scopo di evitare, che il virus si diffonda ulteriormente. Questo stato d’emergenza iniziato il 26 novembre durerà un mese, e questo di fatto seppellisce ogni possibilità di fare business per gli operatori. A scagliarsi contro il governo è proprio il sindaco di Praga. Il sindaco di Praga contro le chiusure dei mercatini

Praga un mercatino molto celebre

Praga è da secoli la sede di un mercatino molto celebre, uno dei più visitati dell’area mitteleuropea assieme a Vienna e Zagabria. Tutto chiuso dunque, ad eccezione della vendita degli alberi di Natale e delle carpe vive. Una tradizione locale questa, un piatto che non può mancare sulle tavole del Natale tradizionale. Il mercatino più celebre si celebra da sempre nella Piazza della Città Vecchia, Náměstí Republiky. Altri mercatini meno noti ma ugualmente interessanti si dovevano tenere su Mariánské náměstí a cura direttamente del municipio di Praga.

Un oltraggio bello e buono

Così lo ha definito il sindaco di Praga. Un oltraggio alla città e alla sua tradizione. La chiusura obbligatoria, arrivata di punto in bianco, rischia di avere gravi conseguenze economiche. Soprattutto per gli ambulanti che avevano già effettuato gli acquisti a credito e ora sono nella impossibilità di pagarli. Le casette, molte delle quali costruite ad hoc, diventano inutili e dovranno essere smantellate a spese degli espositori. Senza un contributo statale molte resteranno nelle piazze, perché i commercianti non possono affrontare altre spese.

Praga contro le chiusure dei mercatini

I negozi restano aperti

Bloccare le bancarelle, senza chiudere i negozi è considerata un’ulteriore ingiustizia. Già la stagione doveva essere di rilancio, dopo i problemi del Natale scorso, ma invece suona come una condanna. Coloro che si sono specializzati ed hanno investito nei Mercatini di Natale, rischiano la bancarotta. L’evento era stato preparato da mesi e non era filtrata nessuna notizia di eventuali difficoltà. Non esistono polizze a garanzia dei mercati chiusi all’improvviso.

Una piccola apertura forse è possibile

Il governo dovrebbe consentire aperture di mercatini di dimensioni o tempi ridotti, senza azzerarli. Molti espositori si sono esposti finanziariamente e non hanno in previsione alcun rientro. Chiudere i mercatini e lasciare aperti i supermercati, suona come una beffa, per loro. I rischi d’infezione sono inferiori all’aperto, rispetto a quelli dei locali al coperto. Il sindaco di Praga contro le chiusure dei mercatini

Praga contro le chiusure dei mercatini

Credits: Pixabay,Common

Summary
Praga contro le chiusure dei mercatini
Article Name
Praga contro le chiusure dei mercatini
Description
Praga contro le chiusure dei mercatini il sindaco della città chiede l'intervento del governo per salvare i commercianti sul lastrico
Author
Publisher Name
Olab
Publisher Logo